TERAPIE &
TECNOLOGIE
TERAPIE E TECNOLOGIE

Nel nostro studio medico polispecialistico applichiamo terapie moderne e innovative per trattare le patologie del paziente nel modo meno invasivo e più efficiente possibile. I nostri strumenti tecnologicamente all'avanguardia consentono di intervenire anche sui casi più acuti con il meglio delle apparecchiature mediche disponibili.

 

  • Ossigeno - Ozono Terapia

    La terapia include trattamenti ambulatoriali con metodiche consolidate da anni di esperienze clinico-scientifiche applicabili in numerose patologie grazie all’azione analgesica, antinfiammatoria, potente azione antivirale, antibatterica, antimicotica, immunomodulante e rigenerativa.

    La terapia è praticata da Medici associati alla S.I.O.O.T che utilizzano apparecchiature certificate applicando integralmente i Protocolli Terapeutici e Linee Guida formulate dalla S.I.O.O.T. stessa. Lo studio polispecialistico RIGENERA è iscritto come Centro di Eccellenza al Registro Internazionale S.I.O.O.T. Ozonoterapeuti e associato A.S.O.O. Le nostre apparecchiature in uso sono certificate secondo il D.L.vo46/97, Direttiva CEE 93/42 in classe 2° e i Sanitari regolarmente associati S.I.O.O.T. si attengono scrupolosamente ai protocolli terapeutici e Linee Guida S.I.O.O.T. trasmessi alle ASL e agli Ordini dei Medici. 

     

    Le applicazioni cliniche dell’ossigeno-ozono terapia sono svariate, ma presso il nostro studio ci occupiamo nello specifico della cura e/o del trattamento di:

     

    PATOLOGIE RELATIVE ALLA MEDICINA INTERNA (osteoporosi, artrite reumatoide, etc.)

    PATOLOGIE GERIATRICHE (artrosi, dolore cronico, etc.)

    PATOLOGIE NEUROCHIRURGICHE (ernia del disco, dolore lombare e cervicale, lombosciatalgia, dolore post-operatorio da chirurgia vertebrale, etc.)

    PATOLOGIE ORTOPEDICHE (reumatismo articolare, gonartrosi, coxartrosi, etc.)

    FIBRIOMIALGIA

    DEMENZA SENILE PRECOCE

     ULCERE

    DISBIOSI INTESTINALE

    LIPODISTROFIA (cellulite)

     

     

    Le modalità di somministrazione sono diverse, in base alle diverse patologie, e sono tutte innocue e prive di effetti collaterali: 

     

    Infiltrazioni

    La miscela di ossigeno-ozono viene iniettata in diverse quantità e concentrazione, in diversi modi e in diverse zone del corpo, in base alla patologia da curare.

     

    Mesoterapia

    La miscela di ossigeno-ozono viene introdotta attraverso iniezioni multiple, eseguite mediante piccolissimi aghi e distribuito in zone anche molto ampie.

     

    Grande autoemoinfusione

    Si prelevano da  100a 200 cc di sangue da una vena del braccio del paziente. Il sangue viene raccolto sterilmente in una sacca certificata priva di ftalati . Senza staccare dal paziente l’ago del prelievo, il Medico arricchisce il prelievo ematico con  ossigeno e ozono,in quantità e concentrazioni diversa in base alla patologia da trattare ,nella sacca di prelievo. Il laccio emostatico viene quindi tolto dal braccio del paziente, la sacca viene sollevata e il sangue riaffluisce nell’organismo del paziente, portando con sé l’ozono e tutti i suoi effetti benefici.

     

    Piccola autoemoinfusione

    Il principio è lo stesso della grande autoemoinfusione, con la differenza che nella piccola autoemoinfusione sono prelevati pochi cc di sangue dal paziente, arricchiti con la miscela gassosa di ossigeno e ozono e reiniettati con una siringa per via intramuscolare anziché per via endovenosa.

     

    Insufflazioni rettali

    La miscela di ossigeno e ozono viene introdotta attraverso piccoli cateteri nel retto. L’ozono entra così in contatto diretto con tessuti intestinali e assorbito istantaneamente.

     

    Via topica

    Si applica su mani, braccia, piedi e gambe. La zona interessata viene avvolta in un sacchetto isolante di materiale plastico in cui viene fatto affluire l’ozono.

     

    Idropinica 

    Il paziente beve regolarmente acqua ozonizzata e il suo organismo può così godere dei benefici globali dell’ozono.


  • Medicina Rigenerativa (PRP)

    La terapia consiste in trattamenti ambulatoriali con fattori di crescita piastrinici. I fattori di crescita piastrinici o Platelet-Rich Plasma (PRP) stimolano il naturale processo di guarigione richiamando le cellule staminali, inducendo la proliferazione cellulare e la neoangiogenesi (ovvero lo sviluppo di nuovi capillari). Il paziente viene sottoposto a un prelievo di sangue di 60 ml che viene centrifugato in camera sterile e dal quale si ottengono per separazione esclusivamente le piastrine ricche di fattori di crescita. Tale composto viene iniettato nelle sedi prescelte, articolari, tendinee e muscolari.


  • Terapie infiltrative

    La terapia infiltrativa consiste nell’impiego locale di farmaci o agenti nella sede anatomica di interesse.

    Le infiltrazioni possono essere intrarticolari, periarticolari o extraarticolari (mesotrapia).

    Questa terapia è molto efficace sia nelle patologie infiammatorie (artriti, tendiniti, etc.), sia nelle patologie degenerative (artrosi, degenerazioni cartilaginee etc.), e la possibilità di miscelare i principi attivi (ad es: cortisonici ed anestetici) ne amplia ulteriormente il campo di applicazione.

    La terapia infiltrativa deve essere prescritta dallo specialista dopo una visita con valutazione clinica che inquadri la patologia: questo permette di poter prescrivere il farmaco più adatto (acido ialuronico, corticosteroidei) per ottenere un risultato ottimale.

    La somministrazione è facilmente sopportabile, al pari di una iniezione.

    I vantaggi sono quelli di migliorare la sintomatologia locale, intrarticolare ed extraarticolare con un effetto spesso immediato, contrariamente alle terapie farmacologiche prolungate e potenzialmente gastrolesive.


  • Terapie manuali

    Fisioterapia

     

    La fisioterapia, attraverso tecniche e protocolli riabilitativi personalizzati, permette di ottenere il pieno recupero post-traumatico o post-operatorio nonché il ripristino clinico-funzionale nelle patologie degenerative.

    Scopo della fisioterapia è la riduzione del dolore, il recupero del Range of Motion (ROM) delle articolazioni, della forza muscolare dei muscoli ipotrofici e ipotonici, della sensibilità propriocettiva e dell’equilibrio e della coordinazione compromessi dopo un trauma o un intervento chirurgico.

    Nel nostro centro viene dato particolare spazio, adeguatamente affiancata alle terapie fisiche,alla terapia manuale ortopedica (OMT): si tratta di una specializzazione della fisioterapia per il trattamento delle patologie neuro-muscolo-scheletriche, basata sul ragionamento clinico, e che utilizza approcci di trattamento altamente specifici, che includono le tecniche manuali e gli esercizi terapeutici. La terapia manuale comprende, ed è guidata, dalle prove di efficacia cliniche scientifiche disponibili e dalla struttura bio-psico-sociale di ogni singolo paziente.

    Offre quindi un approccio manuale con una metodologia scientifica che ci da risultati visibili, misurabili e controllabili: segue, in sostanza, i principi di fisiopatologia della medicina tradizionale, collocandosi in maniera chiara nell’ambito sanitario.

    Il trattamento fisioterapico è particolarmente indicato dopo fratture, distorsioni e lussazioni in seguito ad un trauma agli arti superiori e inferiori, ed è fondamentale anche per il recupero dopo interventi di ricostruzione dei legamenti crociati, meniscectomia, erniectomia, impianto di protesi di anca e ginocchio o di sutura della cuffia dei rotatori o in caso di trattamenti conservativi.

    La sua applicazione è importante anche:

    Nel periodo pre-operatorio per preparare al meglio le articolazioni, i muscoli e in generale il soggetto all’intervento;

    A scopo preventivo in caso di dolori recidivi (lombalgie, dorsalgie o cervicalgie): attraverso programmi personalizzati di ginnastica posturale è infatti possibile prevenire l'evento acuto.

     

    Osteopatia

     

    L’osteopatia è una forma di assistenza incentrata sulla salute della persona piuttosto che sulla malattia; si avvale di un approccio causale e non sintomatico (spesso, infatti, la causa del dolore trova la sua locazione lontano dalla zona dolorosa), ricercando le alterazioni funzionali del corpo che portano al manifestarsi di segni e sintomi che possono poi sfociare in dolori di vario genere.

    Attraverso tecniche manuali non traumatiche e non dolorose, riarmonizza la struttura, migliora la circolazione sanguigna, il drenaggio dei prodotti di scarto e mira a riequilibrare il corpo nella sua totalità, affinché la persona ritrovi il proprio stato naturale di benessere.

    L’osteopatia è indicata nel trattamento delle patologie strutturali, viscerali e craniali, nello specifico a carico di: colonna vertebrale e torace, arti superiori ed inferiori, visceri, cranio.


  • Terapie strumentali

    Tecarterapia

    La terapia si basa sul Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo, ovvero un modo innovativo e rivoluzionario di fare fisioterapia e riabilitazione attraverso una tecnologia all’avanguardia. La Tecar è indicata per trattare patologie articolari e muscolari, traumi, tendinopatie, patologie dei nervi, dolori acuti o cronici. Per fare tutto questo si serve di un macchinario particolare (che genera un campo magnetico ad elevata frequenza) collegato ad una piastra metallica che deve essere passata da un esperto sulla zona da trattare.

    È un metodo di cura semplice, non invasivo che sollecita fortemente i meccanismi cellulari fisiologici e incrementa l’attivazione di naturali processi riparativi ed antinfiammatori stimolando i tessuti dall’interno e riducendo notevolmente i tempi di recupero riabilitativo. Si tratta in sostanza di una termoterapia endogena: il macchinario è in grado di stimolare la produzione di calore interna del corpo, il quale viene aiutato e stimolato in questo modo ad “autoguarirsi”.

    Gli effetti positivi si possono apprezzare già dopo la prima applicazione. In ambito sportivo permette agli atleti di recuperare in tempi ristretti le loro capacità competitive e consente l’allenamento continuo anche in caso di infortuni o edemi da sovraccarico-affaticamento.

     

    Onde d’urto

    La terapia viene praticata da medici specialisti e da Fisioterapisti  abilitati per mezzo della tecnologia ad onde d’urto piezoelettriche che consentono un trattamento molto selettivo delle lesioni da trattare  a diversa profondità di penetrazione. Tra i vantaggi del sistema piezoelettrico riscontriamo: un fuoco preciso e selettivo, nessun effetto collaterale ai tessuti circostanti il target, minimo accoppiamento con la pelle e conseguente riduzione del dolore durante l’esecuzione.

     

    Elettroanalgesia TENS (Terapia del Dolore)

    La TENS (TransCutaneousElectricalNerveStimulation) è una tecnica medica complementare, utilizzata soprattutto per controllare alcune condizioni dolorose acute o croniche. La TENS consiste nell'applicazione sulla cute di lievi impulsi elettrici, che attivano fibre nervose di grosso diametro riducendo la percezione del dolore.
    Un generatore elettrico viene utilizzato per erogare impulsi indolori, i quali dovrebbero essere percepiti dal paziente come una sensazione di formicolio. Lo stimolatore TENS è in grado di modulare l'ampiezza dell'impulso, la sua frequenza e l'intensità. Generalmente, la corrente elettrica viene applicata ad alta frequenza (> 50 Hz), con un'intensità sensoriale o a bassa frequenza (<10 Hz). L'unità di alimentazione è collegata a livello cutaneo nella zona da trattare mediante due o più elettrodi, applicati alla pelle con cerotti adesivi riutilizzabili.

    Gli impulsi consentono di bloccare o ridurre i segnali di dolore che raggiungono midollo spinale e cervello, e possono potenzialmente alleviare gli spasmi muscolari e altri sintomi dolorosi.

     

    Elettroterapia EMS

    La Elettroterapia EMS, o meglio stimolazione elettrica muscolare, è una tecnica che favorisce le contrazioni muscolari tramite l’applicazione di impulsi elettrici. La elettroterapia EMS viene usata come terapia medica e come complemento alla normale attività sportiva, quindi sia con finalità terapeutiche che sportive o estetiche.

    In Fisioterapia l’EMS è utilizzata con finalità riabilitative come ad esempio nella prevenzione dell’atrofia dei muscoli in persone con difficoltà al movimento, post-operati, post-traumatizzati, diversamente abili.

     

    Magnetoterapia

    La magnetoterapia utilizza i campi magnetici pulsati a bassa frequenza ed alta intensità indotti dalla corrente elettrica che percorre una bobina, ed è universalmente riconosciuta come la tecnica più indicata per il trattamento delle patologie osteo-articolari. Le modificazioni biologiche indotte dai campi magnetici sulle membrane cellulari garantiscono infatti una biostimolazione in grado di ristabilire le corrette funzionalità della cellula stessa.

    L’elevato valore del flusso di campo magnetico generato, permette il trattamento del paziente anche in presenza di tutori o gesso. È particolarmente adatta nel trattamento di patologie a carico di articolazioni, atrofie e distrofie muscolari, borsiti, contusioni, distorsioni, periartriti, tendiniti, tendinosi.

     

    Ultrasuoni

    La terapia ad ultrasuoni consiste essenzialmente nell’impiego di vibrazioni sonore a frequenze molto elevate non percettibili all’orecchio umano.

    L’irradiazione ultrasonora produce un effetto pulsante meccanico (micro-massaggio)ed un effetto termico che, sommandosi, facilitano ed esaltano gli scambi cellulari ed intracellulari.La terapia con ultrasuoni permette di rilassare muscoli contratti ed ha un effetto antalgico; da non sottovalutare inoltre l’effetto trofico e l’azione fibrotica.

    Il trattamento a contatto diretto rappresenta il metodo più utilizzato. Sulla zona da trattare e sulla testina dell’apparecchio viene applicato il gel conduttivo, mentre la testina viene spostata sulla cute con un movimento rotatorio.

    Il trattamento a contatto indiretto si realizza invece in acqua. La parte da trattare viene immersa e la testina viene tenuta distante dalla cute 1 cm circa. L’erogazione, in questo caso, è in genere di 3 watt/cm2. Questo tipo di applicazione trova indicazione nelle zone irregolari del corpo(gomiti, malleoli, mani). 

     

    Ionoforesi

    La ionoforesi è una tecnica elettroterapica che sfrutta la corrente continua per introdurre medicamenti nella zona di dolore o di contrattura. Il medicamento viene veicolato da un polo all’altro attraversando così la sede della patologia e rilasciando lo specifico principio attivo che vi agirà secondo le sue caratteristiche chimico-fisiche.

    In tal modo si evita l’assunzione di farmaci per via sistemica e si va ad agire direttamente sulle zone interessate dalle affezioni dolorose derivanti da artriti, artrosi, lombalgia, lombo-sciatalgia, cervicalgia e strappi muscolari.

     


  • Trattamento podologico

    Il podologo, dopo aver individuato i bisogni preventivi, somministra i relativi interventi attraverso la valutazione dei dati anamnestici e clinici. Il suo lavoro è ulteriormente valorizzato dalla collaborazione e l’interfaccia con medici specialisti che trattano malattie con ripercussioni agli arti inferiori.

    Si occupa dell’esame obiettivo del piede, consigliando ed eseguendo esami specializzati per individuare e trattare i piedi “a rischio”, onde prevenire eventuali malattie;  previene e svolge medicazione delle ulcerazioni e delle verruche, assistendo il paziente anche ai fini dell’educazione sanitaria; tratta direttamente con metodi incruenti, ortesici e massoterapici le callosità, le unghie ipertrofiche deformi e incarnite, e il piede doloroso.

     

     Nello specifico:

    • tratta direttamente gli stati patologici dell’epidermide (ipercheratosi) e degli annessi cutanei (malattie e deformità delle unghie);
    • tratta il dolore e i difetti posturali meccanici causati dal piede, interagendo con i medici (ortopedici, fisioterapisti, fisiatri, etc.) ed è in grado di realizzare in autonomia dispositivi medici su misura (ortesi e plantari);
    • tratta i disturbi generati dal piede con problemi funzionali agli altri organi di movimento (ginocchio, anca, rachide);
    • tratta la riabilitazione delle dita attraverso la realizzazione di dispositivi modellati su misura (ortoplastica);
    • realizza interventi di screening, prevenzione ed educazione terapeutica finalizzati all’autogestione della malattia, del trattamento e della riabilitazione del piede.

  • Piano alimentare personalizzato e bioimpedenziometria

    La visita nutrizionale presso il nostro studio è svolta in maniera attenta ed approfondita, tenendo conto dello stato generale di salute del paziente, e non soltanto dei disturbi alimentari visibili: il piano alimentare personalizzato viene assegnato solo dopo un’attenta anamnesi patologica, fisiologica ed alimentare. In sede di visita, inoltre, viene effettuato l’esame bioimpedenziometrico, grazie al quale si può studiare la composizione corporea individuando le percentuali di massa grassa, di massa magra e di acqua. Il piano alimentare viene costruito su misura per il paziente.


I NOSTRI PROFESSIONISTI

Riportiamo di seguito i professionisti che operano nello Studio Rigenera di Como, suddivisi per specializzazioni.


Contatti & Appuntamenti

Indirizzo
via Fratelli Recchi, 7
22100 Como, Italia
Contatti
Tel: +39 031 260945
E-mail: